Page copy protected against web site content infringement by Copyscape
Ricerca personalizzata

martedì 14 aprile 2009

Un mese de "il grido libero" e quarto e ultimo post dedicato ai terremotati


Oggi il mio blog compie un mese, e mi sembra più che doveroso dedicare questo post a tutte le persone che hanno perso i propri cari, le proprie case, il proprio lavoro, la propria quotidianità, ma non la dignità, quella no, quella l'hanno persa ancora una volta i soliti noti.
Abbiamo visto 300 persone lasciare questo mondo.
Abbiamo visto decine di migliaia di persone perdere la propria abitazione.
Abbiamo visto centinaia di volontari aiutare impavidi la popolazione in difficoltà.
Abbiamo visto un ricercatore "Giampaolo Giuliani" prevedere il sisma ed essere denunciato per procurato allarme.
Ma abbiamo anche visto dopo una settimana dalla forte scossa, nessun coordinatore dei lavori di soccorso.
Abbiamo anche visto numerosi volontari che non avendo i mezzi adatti dovevano stare fermi in attesa che arrivassero.
Abbiamo anche visto grazie a riprese televisive ad hoc numerose tende ma in realtà NUMEROSISSIME persone dormire in macchina.
Abbiamo anche visto gente senza coperte per ripararsi dal freddo.
Abbiamo anche visto edifici costruiti in cemento armato, con poco cemento e TROPPA sabbia sgretolarsi come biscotti.
Abbiamo anche visto il capo della protezione civile, il capo del governo, il capo del senato, fingere dolore ma anche prendersi ognuno i meriti del ""buon"" operato del governo o di altre istituzioni.
Abbiamo anche visto le solite promesse che non saranno MAI mantenute, ma che sono sempre utili in questi momenti per calmare gli animi.
Abbiamo visto tante cose che tra poco verranno dimenticate, ma la rabbia no, quella rimarrà ancora, ma questa volta che sfoci in voglia di giustizia, voglia di non dover più piangere i morti , voglia di esser protetti realmente da istituzioni sane e oneste, senza infiltrazioni mafiose e criminali, senza appalti truccati senza promesse fasulle e senza parole buttate al vento.
Voglia di rispetto e dignità.
"dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere"
Gandhi.

4 commenti:

Luca ha detto...

Si C***O! Parole sante.. Questa è la spinta, per quanto brutta sia purtroppo, per ricominciare e farci valere.. Facciamogli vedere a questo governo ki comanda.. Ricordate ke il goverdo è nostro DIPENDENTE!!!!

Alieno ha detto...

Per tutta risposta hanno sospeso Vauro per la vignetta sul cimitero e costretto Santoro a riequilibrare la trasmissione giovedi.I servi hanno fatto il loro dovere.

ciao ti ho linkato

worldof ha detto...

Istituzioni sane e oneste?
E' un sogno, forse poco realizzabile. Può sembrare una nota pessimista ma in questo momento credo che solo la distruzione può portare alla creazione di qualcosa.
A mio parere ciò che è accaduto in Abruzzo non basta a scuotere le menti dei folli che ci governano.

sassicaia molotov ha detto...

ABBIAMO VISTO una sedicente giornalista aprire senza neanche chiedere per favore una macchina dove una famiglia stava dormendo, fargli puntare addosso un faro accecante e chiedere "perché siete in macchina?" in quel momento purtroppo non è uscito fuori Chuck Norris con un calcio rotante sulla nuca della cretina. Avrei apprezzato anzichenò.

spacer for skins that want sidebar and main to be the same height-->
 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.